Sull’idolatria del denaro

 

Omelia di Francesco a santa Marta del 20 settembre 2013, riflettendo su 1 Tm 6, 2c-12

 

143621121-9a5d6a8c-a088-4256-93ad-3897965b8308

Dall’idolatria del denaro, nascono mali come la vanità e l’orgoglio

 

Il denaro anche ammala il pensiero, anche ammala la fede e la fa andare per un’altra strada. Queste parole oziose, discussioni inutili… E va più avanti… Da ciò nascono le invidie, i litigi, le maldicenze, i sospetti cattivi, i conflitti di uomini corrotti nella mente e privi della verità, che considerano la religione come fonte di guadagno. ‘Io sono cattolico, io vado a Messa, perché quello mi dà un certo status. Sono guardato bene… Ma sotto faccio i miei affari, no? Sono un cultore del denaro’. E qui dice una parola, che la troviamo tanto, tanto frequentemente sui giornali: ‘Uomini corrotti nella mente’. Il denaro corrompe! Non c’è via di uscita.

Non puoi servire Dio e il denaro. Non si può: o l’uno o l’altro! Questo è Vangelo puro! Queste sono le parole di Gesù! Cosa succede col denaro? Il denaro ti offre un certo benessere all’inizio. Va bene, poi ti senti un po’ importante e viene la vanità. Questa vanità che non serve, ma tu ti senti una persona importante: quella è la vanità. E dalla vanità alla superbia, all’orgoglio. Sono tre scalini: la ricchezza, la vanità e l’orgoglio.

“‘Ma, Padre, io leggo i Dieci Comandamenti e nessuno parla male del denaro. Contro che Comandamento si pecca quando uno fa un’azione per il denaro’”. Contro il primo! Pecchi di idolatria! Ecco il perché: perché il denaro diventa idolo e tu dai culto! E per questo Gesù ci dice non puoi servire all’idolo denaro e al Dio Vivente: o uno o l’altro. I primi Padri della Chiesa – parlo del secolo III, più o meno anno 200, anno 300 – dicevano una parola forte: ‘Il denaro è lo sterco del diavolo’. E così, perché ci fa idolatri e ammala la nostra mente con l’orgoglio e ci fa maniaci di questioni oziose e ci allontana dalla fede, corrompe.

Sull’idolatria del denaroultima modifica: 2020-09-26T05:38:16+02:00da piero-murineddu
Reposta per primo quest’articolo

Commenti (2)

  1. Angela

    Attuale, dopo i fatti di questi giorni.
    Mi auguro che il Papa rimuova tutti gli idolatri che lo circondano.

    Rispondi
    1. piero-murineddu (Autore Post)

      Sicuro, Angela. Ma intanto, e giustamente, Becciu si difende e si dichiara disponibile a dire la sua versione dei fatti davanti ai magistrati, come precisa in questo articolo…https://www.avvenire.it/attualita/pagine/becciu-fedele-al-papa-ma-situazione-surreale

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *