I sessant’anni della sempre meravigliosa Enya

di Piero Murineddu

Buongiorno Eithne, perché é questo nome che i tuoi genitori hanno voluto per te, anche se poi ciascuno  decide giustamente come si vuolessere riconosciuti. Sai, ascoltare oggi la tua musica mi sta aiutando ad iniziare rilassato e abbastanza bene questa nuova settimana, e di questo ti ringrazio. Si sente proprio che sei vissuta in un ambiente in cui creare sonorità musicali era tra le attività principali. D’importanza vitale, tutt’altro di quanto avviene dalle nostre parti, dove dedicarsi ad imparare uno strumento è considerato un semplice passatempo o poco più.

Gradevolissima la musica irlandese, e lo si sente bene in questo recente concerto dei “Clannad” di cui facevi parte tempo fa..

A proposito di nuova settimana che inizia, non so se anche tu hai la sensazione che il tempo stia correndo talmente tanto che sembra sfuggire. Non da molto era Pasqua ed è come se per Natale non manchi molto. Ma forse è così solo per noialtri che abbiamo superata da poco o da molto la sessantina. Oggi questa tappa l’hai raggiunta. Mi chiedo se inizierai a provarlo d’ora in poi, oppure, chissà, hai già iniziato…

Cerca di tenerti in buona salute, Eithne, e continua a mantenere la splendida voce che ti ritrovi e a creare la bellissima musica che non mi stanco mai di ascoltare. Ancora grazie.

I sessant’anni della sempre meravigliosa Enyaultima modifica: 2021-05-17T19:33:47+02:00da piero-murineddu
Reposta per primo quest’articolo